Logo
Il Poggio di San Rufillo ilpoggio

L'azienda fu fondata negli anni '60 da Francesco Bertozzi (classe 1937) e la moglie Maria Angela, durante i primi anni di attività veniva sfruttato qualsiasi terreno e stabile agricolo a disposizione per cercare di rispondere alla crescente domanda di pollastre ovaiole.

Negli anni '70 per cercare di aumentare la capacità aziendale Francesco decise di spostare la famiglia e l'attività in quello che oggi è conosciuto come "Il Poggio di San Rufillo" dove nell'arco di circa venti anni furono realizzati diversi capannoni e strutture connesse.

ilpoggio

La famiglia cresceva assieme alla azienda, prima Stefano poi Annalisa, Massimo e Paolo, Roberto, Alessandra ed in fine Giovanni. Negli anni '80 e '90 affiancati a Francesco c'erano Stefano e Massimo.

Francesco oltre alla direzione della azienda si occupava di gestire i clienti partecipando alle più importanti fiere Nazionali e di trasportare le pollastre vendute personalmente ai clienti, Stefano curava tutta la parte agricola che comprendeva vigneti, terreni seminati a cereali e culture di albicocche e viti, Massimo si occupava della gestione dei cicli di svezzamento delle pollastre.

La supervisione era comunque di Maria Angela che ha avuto il compito di crescere una famiglia così numerosa e coadiuvare Francesco nelle scelte importanti.

Nello stesso periodo l'azienda si espanse ulteriormente con l'acquisizione di nuovo allevamento denominato "Campoloro" sempre nel comune di Casola Valsenio.

ilpoggio

L'allevamento Campoloro venne gestito fin da subito da Massimo Bertozzi che nel frattempo aveva maturato una grande professionalità nel settore dell'allevamento di pollastre.

Col passare degli anni e il crescere della famiglia Francesco decise di interrompere la fase di espansione e di corsa ai mercati nazionali per dedicare più energie a quella che era diventata come una importante realtà locale e non solo.

Puntò a mantenere alta la qualità delle pollastre e a coltivare i clienti già acquisiti seguendoli nelle loro esigenze specifiche.

Più di recente, negli anni 2000, l'azienda ha subito un riassetto quando Francesco vicino alla pensione ha passato la sua attività al figlio Giovanni, l'ultimo arrivato.

Da allora Giovanni e Massimo gestiscono le due aziende: Il Poggio e Campoloro continuando a collaborare come è avvenuto in passato.

Nell'ultimo decennio gli investimenti hanno interessato l'aumento delle superfici agricole, l'ammodernamento delle strutture e degli allevamenti, il risparmio energetico e la produzione di energie rinnovabili.

ilpoggio ilpoggio ilpoggio
Giardino delle erbe Comune Casola Valsenio